.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
16 luglio 2019

Neo-paganesimo bioregionale, Yemen, mangiar carne è peccato veniale?, zen e la carne “migliore”, USA: news on PFAS contamination, bioregionalismo e soluzione partecipativa, il risveglio spirituale e la stabile realizzazione del Sé…

Il Giornaletto di Saul del 16 luglio 2019 – Neo-paganesimo bioregionale, Yemen, mangiar carne è peccato veniale?, zen e la carne “migliore”, USA: news on PFAS contamination, bioregionalismo e soluzione partecipativa, il risveglio spirituale  e la stabile realizzazione del Sé…

Care, cari, la rivalutazione del neo-paganesimo, o delle religioni sciamaniche e magiche dei popoli nativi, è una delle caratteristiche portanti del filone bioregionale. Spesso durante le feste da noi organizzate, soprattutto quelle in concomitanza con i solstizi o gli equinozi o per la luna piena e nuova, alcuni adepti “neo-pagani” vengono a condividere il nostro spirito ed oltre alle cerimonie già da noi predisposte aggiungono riti diversi ed offerte alle divinità della natura e fate dei boschi… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2015/12/neo-paganesimo-sciamanesimo-e-animismo.html

Yemen. La strage continua – Il progetto di localizzazione e dati dei conflitti armati, nel suo bilancio sulle vittime della guerra in Yemen, ha riferito che circa 17 100 persone sono morte nel 2015; 15 100 nel 2016; 16 800 nel 2017; 30 800 nel 2018; e 11.900 fino a giugno 2019. “Spero che questi dati saranno utili per la comunità internazionale da utilizzare quando si tratta di comprendere, supervisionare e infine risolvere il conflitto prima che la situazione finisca ancora più fuori controllo”, ha avvertito il direttore esecutivo dell’organizzazione, Clionadh Raleigh…

Mangiar poca carne è peccato veniale? Scrive Franco Libero Manco: “Quando si parla di vegetarismo nella maggior parte dei casi le persone onnivore, come in un intimo poco celato senso di colpa, tendono a giustificarsi dicendo “mangio poca carne” rivendicando poi il diritto ad essere libere di aderire o no alla scelta vegetariana. E anche se si è consapevoli che è quanto mai ingiusto per gli animali e dannoso per la salute si vuole procedere senza pressioni esterne, potrebbe essere un trauma… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/15/mangiare-poca-carne-e-un-peccato-veniale/

Quanta acqua ci vuole per produrre la carne? – Scrive Caterina Regazzi: “… per abbeverare gli animali (50 litri per un bovino da carne, molti di più per una vacca da latte),, per coltivare i foraggi e i mangimi (mais principalmente) per lavare l’allevamento, per lavare il macello dove l’animale è abbattuto, per lavare il sezionamento dove è tagliato, la macelleria dove viene venduto, ecc.”

Contraddizioni zen e la “carne migliore” – Camminando per un mercato, Banzan colse un dialogo tra un macellaio e un suo cliente. “Dammi il miglior pezzo di carne che hai” disse il cliente. “Nella mia bottega tutto è il migliore -ribatté il macellaio- qui non trovi un pezzo di carne che non sia il migliore”. A queste parole Banzan fu illuminato. – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/07/storie-zen-e-contraddizioni-metafisiche.html

Inquinamento Valle del sacco – Scrive Giuseppina Aureli: “A quanto pare non si è mosso nulla, nessuna risposta da parte della Regione e da chi dovrebbe aprire un dialogo con le amministrazioni comunali, associazioni e i cittadini che chiedono di essere ascoltati e tutelati. In questi giorni è tornato nuovamente il problema della puzza nauseabonda del depuratore di Ceccano, che si estende a molti km…”

USA. News piece on PFAS contamination – Scrive Pat Elder: “ews piece on PFAS contamination by the military. This is a breakthrough as far as the mainstream media is concerned. There are several things here that have never reached a mass audience: The Navy admitting high levels of releases but refusing to test wells…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/usa-news-piece-on-pfas-contamination-by.html

Lido di Camaiore. Evento – Scrive Mosaica: “Martedì 30 Luglio alle ore 21:00 “Segreto di Famiglia. La Potenza del non detto”. Può qualcosa di segreto, di non elaborato nel nostro albero genealogico condizionare il nostro presente? In Via Corte Anna Magnani, 1 – Lido di Camaiore. Presentazione libro di SIMONA BARBERI e GIAN PAOLO DEL BIANCO con la partecipazione di SONIA LUNARDI e GIUSEPPINA TAZZIOLI. Ingresso libero. Info 058467139”

Bioregionalismo. Soluzione partecipativa – Scrive Mario Cecchi: “Il panorama associativo è costellato da migliaia di associazioni con migliaia di statuti i quali si assomigliano tutti, differenziandosi solo per alcune particolarità, quindi in teoria è possibile ridurle ad un unico denominatore comune: la voglia di aggregarsi, di unirsi in piccole cellule per contare di più, per incidere maggiormente nel tessuto politico sociale italiano…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/07/soluzione-partecipativa-basata-sul.html

Roma. Festa de Noantri: Scrive Venerabile Arciconfraternita del SS.mo Sacramento e Maria SS.ma del Carmine in Trastevere – Festa de Noantri il 20 luglio processione nel rione ed il 28 e 29 luglio 2019, discesa lungo il tevere con processione. Chiesa di S. Agata in Trastevere a Largo San Giovanni de Matha, 9 – Roma Info: 06/5803717”

Il risveglio spirituale e la stabile realizzazione del Sé… – L’esperienza dello stato ultimo, della coscienza libera da identificazione, è esposta in varie scuole spirituali come: Satori, Spirito Santo, Samadhi, Shaktipat, etc. Di solito si intende che questa esperienza di “risveglio” alla propria natura sia conseguente ad una particolare condizione di apertura in cui la “grazia” del Sé (la pura Consapevolezza) può manifestarsi ed impartire la conoscenza di quel che sempre siamo stati e sempre saremo. Purtroppo dovuto all’accumulo di tendenze mentali “vasana” non sempre l’esperienza vissuta si stabilizza in permanente realizzazione… – Continua con testo bilingue:https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/07/the-spiritual-experience-and-stable.html

Ciao, Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Quando senti di non essere più dipendente da nessuno, dentro di te nascono una quiete, un silenzio e un abbandono profondi. Questo non vuol dire che smetti di amare. Al contrario, per la prima volta sperimenti una qualità e una dimensione nuove dell’amore; un amore che non è più biologico, ma è più vicino a un rapporto d’amicizia, più di qualsiasi relazione…” (Osho)




permalink | inviato da retebioregionale il 16/7/2019 alle 6:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 luglio 2019

Riscoperta della sacralità della Natura, inglese pessimo, Yin e Yang, la storia recente di Treia, meditazione e testimonianza, lo strano mondo della sinestesia…

Il Giornaletto di Saul del 15 luglio 2019 – Riscoperta della sacralità della Natura, inglese pessimo, Yin e Yang, la storia recente di Treia, meditazione e testimonianza, lo strano mondo della sinestesia…

Care, cari, l’Universo è in continua espansione e la Natura segue un percorso di sviluppo miracoloso che progredisce con l’avanzare del tempo, provvedendo al necessario per la vita dei suoi figli, siano essi fiori, piante, germi, batteri, animali o esseri umani, a formare una catena indispensabile alla vita del Pianeta. La natura è oltre il tempo e le varie epoche sono troppo distanti per noi mortali per accertare la realtà, in contrapposizione con la realtà suggerita dalla immaginazione, con delle mezze verità descritte secondo le differenti interpretazioni… (Anthony Ceresa) – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/07/riscoperta-della-sacralita-della-natura.html

Suggerimento per il Giornaletto – Scrive M.C.: “Caro Paolo, suggerimento “grafico” per il tuo giornaletto, che è bellissimo, metti in neretto i titoletti per i vari blocchi di informazione. Per il resto è davvero una lettura utile…”

Mia rispostina: “Grazie per il buon consiglio, faccio una prova di titoletti in grassetto, e grazie per la tua costante attenzione, un caro saluto da me e Caterina (speriamo di rivederci presto, ad esempio il 22 settembre celebriamo l’equinozio di autunno ed il 60° compleanno di Caterina, lo faremo a Treia assieme ad un gruppetto di amici che verranno appositamente Sonia Baldoni, Lorenzo Merlo ed altri) – Vedi: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/05/treia-22-settembre-2019-equinozio-di.html

Prosecco avvelenato ed inglese pessimo… – Ulteriore commento di Marinella Correggia all’articolo https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/patrimonio-unesco-prosecco-con-luva-piu.html?showComment=1563096395128#c2795164998223277532 -: “sono davvero d’accordo con Anna Maria Campogrande. Usare l’inglese è, anche se pare un ossimoro, provincialismo. Del resto, vediamo i risultati di questo dilagante non uso dell’italiano. I ragazzini delle medie non capiscono quello che leggono! Aggiungo una cosa: occorrerebbe rivalutare l’uso delle lingue locali…” – Continua in calce al link

Yin e Yang. I due emisferi cerebrali – Scrive Michele Trimarchi: “Già  negli anni ‘80 del secolo scorso  presentai alla comunità scientifica internazionale una teoria neuropsicofisiologica su come i due emisferi cerebrali codificano e decodificano le informazioni ricevute, mettendo in evidenza come la natura comunichi sulla base di scambi di informazioni le cui caratteristiche sono misurabili con la fisica…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2016/07/neuropsicofisiologia-applicata-e.html

Mio commentino: “Nella teoria del prof. Michele Trimarchi relativa alla “neuro-psico-fisiologia applicata”,  ho trovato estremamente interessante il suo discorso  sul funzionamento dei due emisferi cerebrali, che in qualche modo configura scientificamente la teoria dello Yin e dello Yang della filosofia confuciana e taoista…” – Continua al link sopra segnalato

La storia di “Treia: storie di vita bioregionale” – …per riconoscenza verso Caterina e verso Treia, il luogo che alcuni anni fa mi aveva accolto, pensai di scrivere il libro “Treia: storie di vita bioregionale”… In esso racconto alcune storielle minute di eventi vissuti in questa città delle Marche, da quando mi sono qui trasferito nel 2010. Le osservazioni del mio vivere a Treia sono per me significative anche perché rappresentano la fase finale della mia esistenza. Avendo già raggiunto un’età in cui solitamente un uomo si definisce anziano, infatti ho già  compiuto i settantacinque anni… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/la-storia-di-come-scrissi-treia-storie.html

Sardegna occupata. Scrive Comune Info: “Una enorme portaerei per controllare il Mediterraneo e il Nord Africa, con decine di basi della Nato. Una piattaforma per produrre ed esportare energia nel continente. Un progetto di industrializzazione monco, che ha affossato l’economia di sopravvivenza dei pastori. La Sardegna è un’isola colonizzata che resiste e si guarda allo specchio degli indipendentisti catalani. A fine giugno, Raúl Zibechi è stato invitato dal Coordinamento dei Comitati Sardi per riflettere insieme sulle esperienze di lotta contro l’ordine coloniale e la militarizzazione del territorio… – Info: newsletter@ml.comune-info.net ”

Meditazione e testimonianza – Scrisse Osho: “Quello della meditazione è un lungo pellegrinaggio. Quando dico che ‘la meditazione è essere testimoni’, si tratta dell’inizio della meditazione. E quando dico che ‘la meditazione è non-mente’, si tratta del compimento del viaggio. L’essere testimoni è l’inizio e…” – Continua:https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/07/lessere-testimone-durante-la-meditazione.html

Lo strano mondo della sinestesia – Scrive Spiritual: “La sinestesia è una variazione percettiva in cui la stimolazione di un senso attiva una risposta automatica e involontaria di un altro senso, con un numero illimitato di combinazioni. I sinesteti possono vedere suoni, assaggiare parole o sentire una sensazione tattile sulla pelle con certi odori. Possono anche vedere concetti astratti come il tempo proiettati nello spazio intorno a loro…”

Prima l’italiano – Commento di Vito Laraspata sull’osservazione di Anna Maria Campogrande alla lettera in inglese di Giuseppe Altieri al delegato Unesco, in merito al riconoscimento del Prosecco come “bene” dell’umanitàhttps://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/patrimonio-unesco-prosecco-con-luva-piu.html?showComment=1563088797419#c1477352343933990712 -: “ Brava Anna Maria e grazie ancora per per questa Battaglia a favore della lingua italiana. Comunque, questo “sentirsi obbligato” di scrivere in inglese, a mio parere, si può ridurre i tre spiegazioni : 1) una palese VERGOGNA di scrivere in italiano ed ancora peggiore è la VERGOGNA di sentirsi italiano. 2) un probabile VANTO di mostrare una “falsa” conoscenza della lingua inglese. 3) l’idea di volere et potere ottenere il PLAUSO ed un APPREZZAMENTO di chi legge…”

Ciao, Saul/Paolo

……………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.” (Confucio)




permalink | inviato da retebioregionale il 15/7/2019 alle 7:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 luglio 2019

Cristiani si nasce o si diventa?, il veganesimo non è una moda, influenzare il senso della morale, ricerca spirituale e approccio laico, il porto di Oneglia, il fondamento dell’ecologia profonda…

Il Giornaletto di Saul del 13 luglio 2019 – Cristiani si nasce o si diventa?, il veganesimo non è una moda, influenzare il senso della morale, ricerca spirituale e approccio laico, il porto di Oneglia, il fondamento dell’ecologia profonda…

Care, cari, al tempo di Gesù le sette ebraiche, seguaci del cosiddetto “messia”, che mantenevano la tradizione di appartenenza etnica alle “tribù d’Israele” e quindi a tutti gli effetti facevano parte dei giudei circoncisi, decisero per merito di Paolo di Tarso di “convertire” anche i Gentili al loro credo e quindi accettarono nelle loro file anche i non giudei. Ovviamente questo segnò una linea di demarcazione fra i “giudei puri” (discendenti da madri ebree) e quelli “spuri” che si mescolavano ed accettavano i Gentili come correligionari. Ad un certo punto la frattura diventò insanabile ed i “cristiani”, pur avendo accettato in toto l’antica tradizione biblica, per la loro promiscuità genetica si distinsero dai giudei e pian piano conquistarono terreno nelle classi povere e derelitte dell’impero fino a diventare una maggioranza numerica… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2016/07/i-cosiddetti-cristiani-furono-i-piu.html

Integrazione di David Donnini: “…se facciamo riferimento alle azioni persecutorie anticristiane avvenute nel primo secolo, dobbiamo convenire che i romani non erano capaci di distinguere fra il cristianesimo e il messianismo ebraico, perché il cristianesimo non aveva ancora maturato una sua identità teologica indipendente dall’ebraismo. (…) Il cristianesimo maturò la sua identità teologica come religione indipendente, a partire dalle idee anti-messianiste che furono propagate da Paolo di Tarso verso la metà del primo secolo…” – Continua in calce al link soprastante

Il porto di Oneglia – Scrive Gianni Donaudi: “Adolescente faccio acrobazie/ su un mare di fusti. I nostri ulivi sono diventati sterili/ e dalle terre iberiche ed elleniche arrivano i soccorsi… E’ mezzogiorno/ il rombo della sirena annienta / il dolce  e ossessivo rombo della raffineria / ex base di motosiluranti…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/07/il-porto-di-oneglia-di-gianni-donaudi.html

Julius Evola. Dalla trincea a dada. Recensione – Scrive Alberto: “Un film di Maurio Murelli. Musiche di: Ain Soph, Kaiserbund, Roma, Wien, Zetazeroalfa. Editore: Società Editrice Barbarossa. Nei documentario si racconta Julius Evola, il suo pensiero e la sua opera attraverso la storia della sua vita, con immagini, musica e parole; attraverso la rivoluzionaria scelta DADA in pittura e in poesia…”

Il veganesimo non è una moda… – Scrive Franco Libero Manco: “…essere vegan è la tendenza naturale verso l’evoluzione morale, civile e spirituale della specie umana; un’esigenza protesa verso l’etica universale in cui l’essere umano diviene sempre più consapevole dell’imprescindibile valorizzazione e interazione armonica con tutti gli esseri viventi e responsabilmente tutela il miracolo della vita in tutte le sue espressioni. Chi rifiuta a priori il sistema vegan ha solo paura di…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/12/il-veganesimo-non-e-una-moda/

La funzione del Guru nella spiritualità laica – Scrive M.G. A commento dell’articolo – http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/07/chi-o-casa-e-il-guru-nel-percorso.html -: “Non si comprende come sia possibile in una realtà non-duale ricongiungersi nel Sé. Difatti lo stesso Maharshi diceva che non c’è bisogno di azione (karma) per raggiungere il Sé, come se quest’ultimo fosse un oggetto mondano e la necessità di impiegare dello sforzo per ottenerlo. Più che karma, il problema che si pone è jnana, conoscenza, l’unica il grado di dissipare l’ignoranza che ci separa dal Sé. Ma non è vero neanche questo perché l’ignoranza non è reale. Conclusione? Tutti sono illuminati e realizzati, e se non lo sanno, beh, pazienza…”

Mia rispostina: “…è vero che fondamentalmente siamo tutti Jnani, pur ignorandolo, ma la realizzazione di questa verità è essenziale. Altrimenti i grandi saggi non avrebbero indicato questa meta come lo scopo dell’esistenza…”

Interferenze per influenzare il senso della morale… – Scrive BBC: “Gli scienziati hanno dimostrato di poter cambiare il giudizio morale della gente interrompendo una specifica area del cervello con impulsi magnetici. Essi hanno identificato una regione del cervello, appena dietro e sopra l’orecchio destro, che sembra abbia il controllo della moralità. Attraverso l’uso di impulsi magnetici che bloccano l’attività delle cellule, viene alterata la nozione di giusto e sbagliato dei volontari…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/12/interferenze-magnetiche-per-influenzare.html

Commento di G.A.: “Questa notizia è interessante perché questo tipo di stimolazione potrebbe essere incorporata in oggetti di uso comune nel prossimo futuro, come una nuova generazione di computer in grado di leggere il pensiero, oppure altri “innocui” giocattoli per bambini che leggono le onde cerebrali, per non parlare del possibile utilizzo tramite nuovi telefoni cellulari appositamente modificati…” – Continua al link soprastante

Ricerca spirituale e approccio laico – Sappiamo bene che il distacco e la quiete sono un fattore importante per la riuscita, tant’è che al momento di superare un esame facciamo di tutto per sentirci rilassati, anche se –in verità- lo sforzo stesso di rilassarci non produce l’effetto desiderato. Eppure nel mondo parliamo di “riuscita” in ben altri termini e cerchiamo sempre di porre l’accento sul nostro sforzo personale… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/07/12/la-ricerca-spiritale-e-lapproccio-laico/

Commento di Dorjelhi Pecci: “E che la nostra volontà corrisponde alla nostra disposizione innata .Qui è detto tutto. La necessità della ‘cacciata’ dal paradiso terrestre rappresenta la nascita futura della consapevolezza individuale, come passare dall’infanzia spontanea ad una spontaneità ritrovata…”

Commento di N.R.M.: “Mi abbandono al Karma, so che è tutto è nell’eterno presente, quindi non mi pongo domande di carattere esistenziale. Mi pare di vedere un film in cui il protagonista sono io e mi assale la voglia di vedere come andrà a finire …. comunque andrà sarà un successo…”

Il fondamento dell’ecologia profonda – Scrive Fritjof Capra: “Per l’ecologia profonda, la questione globale dei valori è decisiva; è, infatti, la caratteristica centrale che la definisce… E’ una visione del mondo che riconosce il valore intrinseco delle forme di vita non umana. Tutti gli esseri viventi sono membri di comunità ecologiche legate l’una all’altra in una rete di rapporti di interdipendenza. Quando questa concezione ecologica profonda diventa parte della nostra consapevolezza di ogni giorno, emerge un sistema etico radicalmente nuovo…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/07/lidentificazione-con-la-natura-e-il.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il significato della vita, solo il Sadguru può mostrarlo; senza conoscenza del Sé, la miseria non se ne andrà. Quando Egli mostra la via, tutte le miserie cessano, quando il Sadguru insegna la mente ottiene pace” (Swami Muktananda)




permalink | inviato da retebioregionale il 13/7/2019 alle 7:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 luglio 2019

La Festa dell’Acqua Cotta a Vignola, la favola catto-cristiana, Sutri: quella jella “sgarbata”, storie dei miei gatti, il Tao nella diversità, l’arte di vivere in un luogo senza danneggiarlo, alla scoperta di Sé…

Il Giornaletto di Saul del 12 luglio 2019 – La Festa dell’Acqua Cotta a Vignola, la favola catto-cristiana, Sutri: quella jella “sgarbata”, storie dei miei gatti, il Tao nella diversità, l’arte di vivere in un luogo senza danneggiarlo, alla scoperta di Sé…

Care, cari, Non siamo più abituati alla convivenza con gli animali, quando un tempo era normale passare le ore a chiacchierare nella stalla che era il luogo più caldo della casa. Non è detto che la presenza di animali erbivori nel luogo in cui si vive sia controproducente, anzi essi sono d’aiuto. La società umana si va rovesciando ed il rapporto uomo natura animali falsato… Inoltre le piante spontanee non sono “erbacce”, ognuna ha un suo valore ed un suo scopo, esse sono necessarie al mantenimento della biodiversità, che significa humus e vita. Perciò non esageriamo con l’allontanamento dal mondo naturale e non creiamo barriere artificiali fra noi ed il resto degli esseri viventi che con noi condividono il pianeta…- Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/festa-dellacqua-cotta-bioregionale-e.html

P.S. La Festa dell’Acqua Cotta è prevista per Domenica 28 luglio 2019, a partire dalle ore 18, in Via dei Gelsi a Vignola, presso l’azienda agricola La Bifolca di Maria Miani. Info: 333.9639611

La favola catto-cristiana – Scrive Giannino Sorgi: “La religione ‘catto-cristiana’ venne fondata a ‘tavolino’ nell’arco temporale che va dal 140 al 150: in pratica, contestualmente all’arrivo a Roma di Marcione (138-140). Lo sponsor ufficiale per tale ‘progetto’ fu il potere secolare del tempo, vale a dire quello imperiale e quello aristocratico-senatoriale, per una volta tanto in perfetta armonia!…” – Continua:http://paolodarpini.blogspot.com/2016/07/la-favola-catto-cristiana-e-le-menzogne.html

Manziana. Didjiritù – Scrive Jasvir: “”1 luglio 2019, alla Yogurta di Manziana (Rm). La mattina si costruisce il didjiritù in bambù. Il pomeriggio si imparano le tecniche per suonarlo. Il corso è rivolto a chi è incuriosito da questo antico strumento desidera averne uno e imparare le basi sulle quali poi potrà in autonomia allenandosi migliorare. Info: 3392426550 – bhathiajasvir7@gmail.com”

Sutri. Quella jella “sgarbata” – Scrive Nicola Longo: “Non è vero ma ci credo, questo vale anche per il nostro Onorevole Sindaco della antichissima Città di Sutri. Tre comuni amministrati da Vittorio Sgarbi nel corso degli anni: San Severino Marche, Salemi e Sutri. Prima dell’attuale crisi di quest’ultimo che vedremo a breve come si evolverà e con quali tragicomiche conclusioni, due colossali fallimenti generati da una conduzione caotica e insensata…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/07/sutri-e-se-sgarbi-portasse-jella.html

Maissana. Raduno scuola familiare – Scrive Betta: “Anche quest’anno la Rete Scuola Familiare si ritrova in uno spazio e un tempo aperto a chiunque voglia esserci per condividere momenti di conoscenza, di sperimentazione e di dialogo da sabato 27 luglio a domenica 4 agosto 2019, ospiti dei Ricostruttori presso: Cascina S. Michele – S.Pietro Vara, Via Lungo Borsa 17 Maissana (SP). Info: Angela 3201174899”

Da Roma a Treia. Storie di gatti – Da quando mi sono iscritto a facebook ho notato che gran parte dei post pubblicati dagli amici riguardano i gatti. Beh, non voglio essere da meno e mi inserisco nella scia per narrare brevemente la storia del mio rapporto con i gatti. Debbo confessarvi che non sempre amai i gatti, per via di un’esperienza che vissi da bambino. Avevo si e no un anno e mezzo, anzi sicuramente di meno allorquando feci il mio primo incontro con un gatto: il Gatto Mammone…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/10/storie-di-gatti-da-roma-a-treia/

Sinistra. Il vento è cambiato? – Scrive Francesco Petrone: “Signori di sinistra, eravate contro la NATO ed ora siete i suoi più forti sostenitori. Eravate pacifisti ed ora siete guerrafondai. Eravate contro il capitalismo ed ora sostenete la sua forma più estrema. Eravate per lo stato sociale e per la cosa pubblica ed ora avete privatizzato anche l’acqua. Eravate contro la confindustria e adesso sventolate il suo appoggio facendovene una gloria. Eravate antiamericani e filo-russi e ora siete filo-americani ed antirussi. Dicevate di essere i sinceri democratici e ora i vostri uomini di punta dicono che la masse non dovrebbero votare. Eravate antimassonici ed ora ci andate a braccetto. Appoggiavate i palestinesi ed ora appoggiate i sionisti solo perché leggete un giornale sionista come repubblica. Vi dicevate rivoluzionari e siete la peggior specie di reazionari. Nonostante ciò conservate sempre quel sorrisetto di sufficienza e guardate chi non abita nei quartieri alti dall’alto in basso…”

Il Tao nella diversità – Il fluire nel Tao ci rende liberi e creativi. Questo però non è del tutto esatto perché il Tao discrimina, non ignora i sensi e neppure l’intelletto. Ciò che è bello è bello, ciò che è buono è buono e ciò che è vero è vero. Il saggio taoista è capace di vedere le cose comunemente come esse si presentano, con un qualcosa in più: la comprensione che tutto si muove nella sua propria direzione… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/07/tao-il-grande-flusso-continuamente.html

USA. Bring home all troops and end all wars – Scrive UNAC: “The U.S. now spends almost 64% for every discretionary tax dollar on the military.  It has about 20 times the number of foreign military bases as all other countries combined.  Both major parties support ever increasing military spending and war, so it is up to the people to build a strong, independent movement to stop U.S. military aggression around the world.  Join us! – unacpeace@gmail.com”

L’arte di vivere in un luogo senza danneggiarlo – La mia vita è una continua scoperta, un viaggio leggero, senza bagagli ingombranti. Tutto ciò che faccio, pur essendo estremamente significativo, è sempre nell’ambito dell’oggi, del carpe diem. Infatti non ho accumulato alcunché e se qualcosa è stata accumulata nel corso degli anni ho anche provveduto ad abbandonarla. Perciò non ho nulla da difendere e quindi il “mio campo” è un campo in cui crolli e cambiamenti, scavi e riempimenti avvengono in continuazione come natura comanda, con poco o nulla di mio intervento intenzionale… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/bioregionalismo-larte-di-vivere-in-un.html

P.S. Non più uno specifico luogo fisico per me “Il Tempio della Spiritualità della Natura” è diventato un approccio olistico, un incontro riavvicinato con il luogo, in modo da trarne un senso di appartenenza e di presenza. Teoricamente questo è un discorso ancora molto sentito in alcune  comunità rurali originarie, come sicuramente fu anche la comunità contadina  di Treia, ove ora porto avanti l’esperimento…

Alla scoperta di Sé tra ecologia profonda e spiritualità laica – …quando arriviamo a conoscerci e accettarci completamente, le nostre azioni sono consone alle circostanze ma non hanno finalità particolari, non abbiamo bisogno di combattere contro qualcuno, possiamo amare indefinitamente e senza condizioni noi stessi come il resto del mondo. Manifestando le nostre vere qualità, senza timore delle conseguenze e senza aspettative di risultati. La vita è un gioco in cui recitare la propria parte è essenziale…” Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/07/alla-scoperta-di-se-tra-ecologia.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Puoi cercare all’infinito la verità e l’amore, l’intelligenza e la buona volontà, implorando Dio e gli uomini: invano. Devi incominciare da te, dentro di te: questa è la legge inesorabile. Non puoi cambiare l’immagine senza cambiare il volto. Anzitutto convinciti che il tuo mondo è il riflesso di come sei tu, e smetti di trovare l’errore a furia di ragionamenti. Occupati di te, raddrizza la mente e le emozioni. La volontà materiale seguirà automaticamente. Parli tanto di riforme: sociali, economiche, politiche. Lasciale perdere e bada al riformatore. Che tipo di mondo può costruire un uomo che sia stupido, avido, senza cuore?” (Sri Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 12/7/2019 alle 6:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

11 luglio 2019

Emergenza Valle del Sacco, tarocchi delle mie brame, io rimango come sono, anche nella spiritualità laica serve un “amico”…

Il Giornaletto di Saul del 11 luglio 2019 – Emergenza Valle del Sacco, tarocchi delle mie brame, io rimango come sono, anche nella spiritualità laica serve un “amico”…

Care, cari, qui continuiamo a vivere uno stato di emergenza ambientale tutti i giorni, la criticità già presente da anni, si aggrava con questi episodi incontrollati e chissà quanti altri celati e silenti in passato hanno martoriato questo territorio. Le richieste fatte al Presidente Zingaretti sono rimaste inevase, gradirei da parte sua una risposta in merito all’emergenza ambientale nella Valle del Sacco… (Giuseppina Aureli)… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/emergenza-ambientale-nella-valle-del.html

Reggello. Teatro di Paglia – Scrivono Lisa Bracci e Nicholas Bawtree: “Domenica 21 luglio 2019, alle ore 21:30, in Via Tasso, Reggello. Una serata speciale capace di trasportarci fuori dal tempo, rievocando un passato non troppo lontano, condividendo con gli altri la propria esperienza, in modo tale da dar vita a un susseguirsi di voci, storie, silenzi, melodie, sorrisi, nella gioia e nella semplicità dell’ascolto reciproco…”

Tarocchi delle mie brame… – ricordo quando ancora abitavo a Calcata, e per sbarcare il lunario andavo il sabato e la domenica nella Stanzetta del Pastore per fare oroscopi cinesi e lettura della mano, ogni volta che qualche signora entrava dentro e vedeva su una mensola il mazzo dei Tarocchi immediatamente mi chiedeva di farle quelli. E questa era la prima prova.. poiché immediatamente le spiegavo che usare i tarocchi per la divinazione era un uso improprio e che quelle carte di “potere” andavano semplicemente osservate per vedere quel che evocavano in noi… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/07/tarocchi-che-tirano-e-trucchi-da-maghi.html

Nota: “Dice Covelluzzo da Viterbo: “Anno 1379; fu recato in Viterbo il gioco delle carte che viene da Seracenia e chiamasi naibi…” Questa è la prima certificazione storica dell’avvento dei Tarocchi in Italia, “nabi o navi” nelle lingue semitiche significa “profeta o indovino” ma sicuramente anche questo sistema divinatorio proviene dalla Valle dell’Indo…” – Continua in calce al link soprastante

Io rimango come sono… – “Ho lasciato che la mia natura umana si sviluppi, nel modo in cui il suo destino vuole, io rimango come sono.”. E questa era la sensazione vissuta di fronte a Nisargadatta Maharaj, si osservava un uomo che dal comportamento non differiva assolutamente da chiunque altro, nell’esprimere ciò che era, senza remore o aggiustamenti. D’altronde cosa c’è da aggiustare? Cosa può oscurare la consapevolezza di Sé una volta ottenuta quell’esperienza? A cosa serve quella esperienza? Semplicemente a ricordarci chi siamo veramente… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2018/07/i-remain-as-i-am-io-rimango-come-sono.html

Precicchie. Mercatino autogestito del Seminasogni – Scrive Giovanni: “Invito al mercatino estivo del Seminasogni che si tiene il 20 e 21 luglio 2019 a casa di Lucia a Precicchie Sappiate che abbiamo a disposizione un ampio spazio al coperto con acqua e bagno ma non abbiamo cucina a gas. Chissà se qualcuno o più persone fra noi riescono a portare dei fornelli a gas o un fornellone e pentole per cucinare e scaldare cibo? Anche bisognerebbe portare tavoli e sedie per mangiare ed esporre. Info: prehistoricfuture@hotmail.com”

Lucca. Seminario su Santa Ildegarda – Scrive Gianna: “La medicina, l’erboristeria, la cucina, la scrittura, la musica, i canti di Santa Ildegarda, il 15, 16 e 17 novembre 2019, a Lucca presso il convento di San Cerbone. con Maria Sonia Baldoni la “Sibilla delle erbe” esperta di erbe spontanee e antiche tradizioni…- Continua con la storia rivisitata di Santa Ildegarda scritta da Simonetta Borgiani de “La Rucola”: https://retedellereti.blogspot.com/2019/07/lucca-seminario-su-santa-ildegarda-dal.html

Per quanto mi riguarda: “Non giudico, osservo e cerco di essere coerente ma non faccio della coerenza un bene assoluto. Come ebbi a dire in un altro contesto ed ad altra persona di opposta fazione: il paraocchi non è il mio capo di vestiario preferito. Le sponde non mi attirano, so che fermarsi non conviene, resto in mezzo alla corrente e continuo il mio viaggio…”

Anche nella spiritualità laica serve un “amico” – Per conoscere se stessi -come diceva lo stesso Ramana Maharshi- non c’è bisogno di alcuna istruzione o azione, “il Guru può solo indicare la strada ma non può darti quello che già sei”. Ma c’è da dire che per le tendenze inveterate a rivolgersi verso l’esterno non siamo in grado di affondare e ricongiungerci nel Sé. Perciò sentiamo il bisogno di un aiuto, perlomeno un esempio, un gesto di simpatia e di amore che ci incoraggi verso la meta…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/07/chi-o-casa-e-il-guru-nel-percorso.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Sii sincero con te stesso. Ama te stesso totalmente. Non pretendere di amare gli altri come te stesso. A meno che tu non realizzi che gli altri sono uno con te stesso, non riuscirai ad amarli. Non cercare di essere ciò che non sei, non rifiutare di essere te stesso. Il tuo amore per gli altri è il risultato della conoscenza di te stesso, non la causa. Ciò che hai imparato qui è il seme. Puoi anche dimenticarlo, apparentemente. Lui continuerà a vivere e con il passare delle stagioni germoglierà, crescerà producendo fiori e frutti. Tutto accade comunque. Tu non devi fare nulla: solo non devi impedirlo” (Ramesh Balsekar riportando pensieri di Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 11/7/2019 alle 5:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 luglio 2019

Neologismi e arcaismi, la crescita spirituale, prosecco: patrimonio Unesco?, accettare per essere accettati, indigestione spirituale…

Il Giornaletto di Saul del 10 luglio 2019 – Neologismi e arcaismi, la crescita spirituale, prosecco: patrimonio Unesco?, accettare per essere accettati, indigestione spirituale…

Care, cari, se ci si basa sull’accezione data alle parole, stabilita nelle enciclopedie e nei vocabolari o nell’uso corrente, sovente si perde il significato originario. La lingua italiana è una lingua viva che si è adattata ai cambiamenti, anche strumentali, apportati nei secoli dalle diverse culture e religioni. Per questo preciso che “per me spirito significa sintesi fra intelligenza e coscienza”. E cosa sono l’intelligenza e la coscienza? Di un uomo dotato di queste virtù non si dice forse che ha “spirito”? E lo “spiritus” non è forse la presenza cosciente?… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/bioregionalismo-o-spiritualita-laica.html

Georgia. Energia distruttrice – Scrive Alberto: “Pietra e cemento – un’enorme diga sta per annegare una bella valle in Georgia, minacciando la biodiversità e il sostentamento degli abitanti del villaggio solo per produrre energia non necessaria. Per costruirla, due banche europee devono firmare contratti di prestito. Info: ordet3000@yahoo.it”

La crescita spirituale è una caratteristica comune a tutti gli esseri – Faccio l’esempio dello sviluppo in “intelligenza e coscienza” da parte dell’uomo. Il suo passaggio attraverso diversi momenti evolutivi rappresenta comunque una crescita del medesimo soggetto. Se ciò avviene nell’uomo perché non ipotizzare che possa avvenire in ogni altra forma vitale? Dal punto di vista poetico ed emozionale, perché non considerare anche la vita di un albero come espressione spirituale della natura? – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/07/bioregionalismo-e-spiritualita-della.html

Fraguas (Spagna).. Villaggio occupato rischia di essere evacuato – Scrive Dario: “Pericolo di sgombero imminente, demolizione e arresto per 6 persone del villaggio autogestito di Fraguas in Spagna. Vogliono distruggere l’autonomia dei gruppi di persone, dei singoli individui, della vita comunitaria, l’autosufficenza, l’autogestione e soprattutto il mondo rurale in generale. Info:dariolami@gmail.com”

Energie rinnovabili a basso costo – Scrive Arpat: “Il rapporto Renewable Power Generation Costs contribuisce alla discussione internazionale sul rafforzamento dell’azione ambientale in tutto il mondo, in vista della riunione preparatoria globale di Abu Dhabi per il Summit delle Nazioni Unite a settembre 2019…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/energie-rinnovabili-basso-costo.html

La Cina si espande su altri pianeti – Scrive Sputnik: “Come riportano i media cinesi, il direttore del programma lunare cinese Ouyang Ziyuan ha confermato che è quasi tutto pronto per la prima missione interplanetaria cinese con atterraggio su Marte. Il programma prevede l’ingresso in orbita e lo studio a distanza del Pianeta rosso, l’atterraggio sulla superficie del pianeta e il lavoro di un rover il cui assemblaggio è da poco terminato. Si tratta di una missione senza precedenti per il settore astronautico cinese che comincerà nel 2020. Il volo durerà 7 mesi…”

Gli USA non sono mai andati su Marte? – Scrive Sputnik: “Gli esperti di ufologia hanno trovato su uno scatto del Curiosity uno strano oggetto volante e sostengono che il rover in realtà non è su Marte ma che si trovi sulla Terra ma sull’isola di Devon nell’Arcipelago artico canadese, il cui paesaggio ricorda quello di Marte…”

Prosecco. Patrimonio Unesco con l’uva avvelenata? – Scrive Giuseppe Altieri: “Dear UNESCO delegated, related with Prosecco area, one of the more intensive synthetic pesticide using in the world. We are in the far west of Pesticides and almost nothing is done… even if someone has moved (mayors, courts, victimized citizens, etc.)…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/patrimonio-unesco-prosecco-con-luva-piu.html

Verbicaro. Luna piena di luglio con bagni sonori – Scrive Sole Ji: “Amici siamo felici di potervi invitare alla celebrazione di luna piena nella nostra campagna in contrada Marino a Verbicaro (CS) per immergerci nelle magiche frequenze delle Campane Tibetane, dei Gong, Ocean Drums ed altri strumenti ancestrali per armonizzare la nostra mente e la nostra anima. Info: jisoleji@gmail.com – 392.3241024“

Accettare per essere accettati – Dal punto di vista della sintesi dovrebbe trovarsi nell’adesione al concetto di “bene comune”. A questo proposito mi sovviene il pensiero di Goethe da Dio e Mondo: “Per orientarsi nell’Infinito / distinguer devi e poscia unire”. E’ vero che la mente dell’uomo capace, in tempi simili, anela ad uscire dalla solitudine ed a produrre risultati positivi. Ma è altresì importante avere la grandezza interiore che consente di sopportare anche le persone imperfette. Se si tentasse di opporsi al male con il male il crollo che ne risulterebbe sarebbe rovinoso per tutti… – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2016/07/treia-comunita-ideale-lavorare-in-modo.html

Commento di Lisa Jyotishmati Frassi: “Non diciamo nulla di nuovo noi. Siamo la copia di miliardi di altri pensieri, di altri tentativi. Siamo innamorati della vita. Però osiamo, perché finché c’è vita vale la pena berla fino in fondo…”

Indigestione spirituale – Scrisse Osho: “Mangiare va bene se ti dà nutrimento. Non va bene se ti dà solo peso. Va bene se ti dà vitalità, non va bene se ti rende pesante. Non ha senso. Essere pesante significa non essere vitale. Una persona vitale non è pesante, è leggera, quasi senza peso. Si muove sulla terra, ma i suoi piedi non la toccano mai.” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/07/osho-per-assimilare-linsegnamento.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Né ostile alla vita, né speranzoso di guadagno, assorto nel Sé, aldilà di piacere e pena; inconsapevole del mondo vedendo Uno ovunque, Avadut è il nome che tu porti” (Swami Muktananda)

Nota: “Avadut” significa “aldilà di ogni convenzione e limitazione”




permalink | inviato da retebioregionale il 10/7/2019 alle 6:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 luglio 2019

Il formaggio non è cibo da vegani, politica sulla pelle dei migranti, resilienza e ripopolamento dei borghi, destino o libero arbitrio?, i santi sciiti esistono…

Il Giornaletto di Saul del 9 luglio 2019 – Il formaggio non è cibo da vegani, politica sulla pelle dei migranti, resilienza e ripopolamento dei borghi, destino o libero arbitrio?, i santi sciiti esistono…

Care, cari, negli allevamenti industriali vengono separate precocemente le mucche dai vitelli, causando sofferenza per le une e per gli altri; inoltre non è vero che le mucche da latte non vengano uccise, come l’industria casearia vorrebbe far credere. Infine, vi è il danno ambientale. Produrre formaggio significa consumare un’enorme quantità di acqua (un bene sempre più raro) per irrigare le colture di mangime, in modo che le mucche producano latte, che viene poi concentrato nel formaggio. Tali colture richiedono anche l’utilizzo di fertilizzanti, contenenti azoto e fosforo, che si riversano nei fiumi e nel mare: nel Golfo del Messico c’è una zona morta di 13.000 chilometri quadrati, causata dal deflusso di fertilizzanti dal Mississippi, in gran parte per coltivare i mangimi. E le mucche ruttano enormi quantità di metano, un gas serra molto più potente dell’anidride carbonica, e quindi… (Carlo Consiglio).., – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/08/il-formaggio-non-e-cibo-da-ecologisti-vegani/

L’unico vero stato canaglia. Gli Stati Uniti, con al seguito l’UE, che, con oltre 700 basi militari nel mondo, 73 in Germania e 123 in Italia, si arrogano il diritto di essere i guardiani dell’ordine mondiale e, con il pretesto della lotta al terrorismo e la difesa dei diritti umani, eliminano con le guerre o il lavoro nascosto della Cia, i governi che disturbano il loro progetto di supremazia… (…). Le sanzioni, le esercitazioni militari e nuove basi missilistiche Nato, contro la Russia, fanno parte del progetto americano e spingono l’UE ed il mondo verso una corsa agli armamenti che mette in pericolo l’umanità… (Ireo Bono)…

Sulla pelle dei “migranti” ci speculano a destra e a sinistra – …lo scontro fra Rackete, la capitana tedesca, e Salvini, il capataz leghista, è tutto “politico”. Entrambi usano i “boveri” migranti con identico disprezzo. Ormai è evidente senza tema di smentita, o sguardi di orrore da parte dei benpensanti, perché è stata Carola stessa a dichiarare che la sua era una sfida al governo di Salvini. Ma tutta questa manfrina determina due fatti inequivocabili: Salvini può ergersi come salvatore della Patria, mentre i “democratici” ottengono il favore delle istituzioni europee. Ad ognuno il suo, con buona pace dei “boveri” migranti che non si sa nemmeno che fine faranno. Lo sbarco infatti non è garanzia di “accoglienza” e “integrazione”… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/the-show-must-go-on-sulla-pelle-dei.html

Commento di A.C.B.: “Credo che possiamo tutti sbizzarrirci sostenendo tesi e antitesi altrettanto giustificate … emerge a questo punto un interrogativo ancora irrisolto (almeno per me): « con una Libia in guerra con tutti i porti considerati non sicuri, come mai non vediamo soccorso in mare un solo libico che non sia scafista? »

Bibbiena. Il respiro della Terra – Scrive Terra Nuova: “Dal 12 al 14 luglio 2019, in Villa La Mausolea, Loc. Case Sparse, Fraz. Soci, Bibbiena. Tre giorni di conferenze, laboratori e spettacoli dedicati all’ascolto della terra e di chi di terra vive. Un evento che concentra le eccellenze del settore agrario per porre le basi di un centro di formazione permanente in grado di insegnare a lavorare la Terra con il rispetto che merita…”

Resilienza e ripopolamento dei borghi abbandonati – Scrive Anna Cabianca: “Al via un progetto di riqualificazione e ripopolamento dei borghi abbandonati da una prospettiva ecocompatibile, di genere e in relazione con il territorio bioregionale. Il progetto Borghi nasce come ampliamento del lavoro svolto sulla resilienza delle persone, con un focus specifico sulla resilienza delle donne, successivamente allargato a quella degli animali assumendo così una dimensione interspecifica. Il progetto viene presentato a Montoggio (Ge) il 13 luglio 2019…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/donne-resilienti-lanciano-un-un.html

Impollinatori in estinzione – Scrive Arpat: “Il 10% degli insetti impollinatori è sul punto di estinguersi mentre api e farfalle stanno fortemente diminuendo. Ecco perché la Commissione Europea propone un’iniziativa per affrontare il declino degli insetti impollinatori selvatici…”

Destino o libero arbitrio? – Questo testo che io sto scrivendo e che tu leggi da dove nasce? Le idee in esso contenute come sono affiorate nella mia mente, come sono condivise e comprese dall’ipotetico lettore? Il lettore comprende la tematica quindi significa che si è posto il dilemma… In ogni caso è codesto scritto il risultato di una libera scelta, un elaborato con un intento preciso, derivante da un processo volontario, da una decisione di mettere in atto l’azione del pensare e dello scrivere? O piuttosto è conseguenza di impulsi auto-generati che si uniscono a formulare questo scritto?…” – Continua:https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/07/08/destino-o-libero-arbitrio-la-risposta-e-in-chi-si-pone-la-domanda/

Roma. Alimentazione ed ansia – Scrive AVA: “Lunedì 15 Luglio 2019, alle ore 20:00, presso AVA piazza Asti 5/a Roma. Quali le Cause di Stress, Ansia, Fobie e Attacchi di Panico? Relatore: Dr. Antonio Luce, psicologo. Info Luana tel 3391406256”

Islam in crescita. Perché? …l’Islam viene definito poco “libertario” ma l’uomo comune vive in un ambito comunitario più rispettoso dei rapporti umani. Possiamo osservare che l’islamismo si è ben inserito nelle pieghe della società occidentale e non solo per gli emigranti ma anche per gli europei “convertiti” soprattutto a causa del rispetto delle norme sociali comunitarie manifestato in questa cultura. La gente si converte all’Islam perché si sente socialmente più protetta e sviluppa una maggiore solidarietà interna, un po’ come succedeva ai cristiani della prima ora. Questo dovrebbe far meditare i nostri preti cattolici ed i nostri sociologi che ormai si interessano solo degli aspetti “economici” del benessere… – Continua – http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/07/i-santi-sciiti-esistono-la-mia.html

Ciao, Paolo/Saul

……………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“When you look at anything, it is the Ultimate you see, but you imagine that you see a cloud or a tree. Learn to look without imagination, to listen without distortion: that is all…” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 9/7/2019 alle 6:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 luglio 2019

Appello pro macachi, amore senza tempo, per una spiritualità ecologica, la supremazia religiosa è arroganza spirituale, Euro: questa è una rapina, Dio e la frattura fra pensiero occidentale ed orientale…

Il Giornaletto di Saul del 8 luglio 2019 – Appello pro macachi, amore senza tempo, per una spiritualità ecologica, la supremazia religiosa è arroganza spirituale, Euro: questa è una rapina, Dio e la frattura fra pensiero occidentale ed orientale…

Care, cari, salvare sei macachi dall’accecamento, dalla tortura, dalla morte e far destinare interamente i 2 milioni di euro stanziati per questi test disumani dal Consiglio Europeo della Ricerca alla cura delle persone con problemi di vista. E’ questo il messaggio che decine di associazioni hanno indirizzato da Parma – forti delle oltre 250mila firme raccolte con una petizione – con un corteo che si è tenuto sabato 6 luglio 2019 nel piazzale della Stazione ferroviaria e che è arrivato fino all’Università, con destinatario il Ministro della Salute Giulia Grillo… (Silvia Premoli) – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/parma-salviamo-i-macachi.html

Risanamento idrogeologico – Scrive Gabriele Lorenzoni: “Con il “Piano Nazionale per la mitigazione del rischio Idrogeologico, il ripristino e la tutela delle risorse ambientali” ad opera del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il Governo ha predisposto un finanziamento pari a 315 milioni di euro  in previsione di  263 interventi sul territorio nazionale. Gli interventi consisteranno in opere di consolidamento e messa in sicurezza dei centri abitati, di strade di collegamento a rischio idrogeologico e di rupi e scarpate a rischio frana…”

Amore senza tempo – Scrive Lucia Guida: “Un amore “settembrino”, quasi “senza tempo”, quello narrato da Paolo D’Arpini e da Caterina Regazzi nel loro bel libro “Vita senza tempo”, raccolta epistolare della selezione di un nutritissimo carteggio virtuale. Il libro si dispiega in maniera graduale, partendo dall’iniziale fase amichevole della conoscenza reciproca di Paolo e Caterina, nutrendosi di un corposo segmento intermedio di approfondimento e approdando, infine, a una relazione stabile sentimentale. Un ruscello che convoglia le proprie acque in modo equilibrato prima di diventare fiume e sfociare in una conclusione ideale, quella di apertura verso il mare e verso la vita stessa, rivista da Caterina e Paolo in un’ottica di condivisione e comprensione l’una per i punti di forza e i punti di debolezza dell’altro e viceversa, come in un amore maturo e realmente fruibile dovrebbe sempre essere…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/07/vita-senza-tempo-di-caterina-regazzi-e.html

Montefortino. Alla ricerca della Sibilla – Scrive Enrico Tassetti: “14 luglio 2019, partenza alle ore 10 dal Santuario della Madonna dell’Ambro a Montefortino. Visita ai luoghi della Sibilla Pastora ascoltando le storie e le leggende generate nel mito di una figura misteriosa e sfuggente, venerata nella cultura popolare ma demonizzata da quella letteraria. La Sibilla fata e veggente e fattucchiera. Un’enigmatica Sibilla che racconta una storia nata tra i nascosti sentieri dell’alchimia e della tradizione esoterica come memoria di un importante segreto. Info: 335.8444132”

Per una spiritualità ecologica – Scrive Grazia Francescato: “…da anni collaboro con le varie fedi per il dialogo tra le religioni, teso in particolare alla difesa di Madre Terra, ovvero del nostro futuro. Sono quindi in buoni rapporti con esponenti delle diverse fedi, unite nella ricerca di ciò che ci unisce e non di ciò che ci divide (a proposito, non sarà un caso se il termine ‘diavolo’ deriva dal greco ‘diàbolos’, colui che separa, che si mette di traverso)…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/la-spiritualita-ecologica-per-un-nuovo.html

Gran Bretagna. Operazione anti-Corbyn – Scrive J.E.: “Ovvero, come tenere lontano dalle leve di comando l’”anomalo” leader laburista, eletto dal popolo e temuto come la peste dall’Impero Atlantico. Da fermare con ogni mezzo, ovviamente: dai media asserviti agli opinionisti al guinzaglio, dalle lobby sioniste al complesso militar-industriale, fino alle operazioni Cia. Cioè: con le buone o con le cattive maniere…”

La supremazia religiosa è arroganza spirituale – Scrive A. K. Koomaraswamy: “L’intensificarsi dei contatti tra i cristiani e gli altri popoli che appartengono alla grande maggioranza dei non cristiani, ha acuito e reso più che mai urgente la necessità di capire la fede secondo cui gli altri vivono. Questa comprensione, oltre che desiderabile in sé, è indispensabile per risolvere di comune accordo i problemi politici ed economici dai quali i popoli del mondo sono oggi più divisi che uniti. Non è possibile instaurare relazioni umane con gli altri popoli finché il cristiano è convinto della sua superiorità e finché cerca soltanto di trarli al suo modo di pensare…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/07/07/la-supremazia-religiosa-non-esiste-la-lezione-senza-tempo-di-ananda-k-coomaraswamy/

Jovanotti. Sterminatore del Fratino – Scrive AAM T.N.: “E’ partito il 6 luglio 2019 il tour di Jovanotti che porterà i suoi concerti sulle spiagge italiane, tour confermato malgrado le forti proteste che si sono levate dagli ambientalisti del Comitato nazionale di Conservazione Fratino, di Lipu, Italia Nostra, e da personaggi come Messner. L’accusa: i lavori di preparazione e gli eventi danneggeranno l’habitat del Fratino, uccello in via d’estinzione nel nostro Paese…”

28 febbraio 2002: “Questa è una rapina” – …arrivato come al solito al bivio della chiesetta, dove lateralmente inizia la stradina di Capomandro oppure si riprende la salita per via della Lira, mi sono soffermato a riprender fiato proprio davanti alla lapide che ricorda la nostra gloriosa moneta: “17 marzo 1861 – 28 febbraio 2002?, nascita e morte. Da una parte l’inizio dell’unità d’Italia e dall’altra l’entrata politica nella comunità europea… ben 141 anni di storia patria! Una veneranda età per davvero… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2015/11/cambio-lira-euro-questa-e-una-rapina.html

Commento di M.C.: “In un vecchio portafogli ho alcuni biglietti da 1000 lirette, con le quali si potevano fare tante cosette, adesso con l’€ non si può fare un emerito c…”

La fine dell’antica civiltà europea e l’avvento delle religioni di origine semitica – “La frattura fra pensiero occidentale ed orientale, in merito al concetto di Dio, è avvenuta sostanzialmente con l’accettazione da parte dell’occidente della concezione giudaica di un dio creatore, fatta propria dalla religione cristiana e successivamente dal quella islamica. Fino a quel momento, diciamo fino al famoso editto di Costantino, la realtà degli dei era quella di “forze naturali” che fungevano da compensatori. Mentre per la cosiddetta “creazione” si sottintendeva la presenza di una matrice unica che veniva indicata come “natura” (“natura naturans” e “natura naturata”) e corrispondeva alla figura di “Grande Madre” della civiltà neolitica. – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/07/the-end-of-ancient-european.html

Ciao, Paolo/Saul

……………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Siamo sempre tentati di attribuire la responsabilità a circostanze esterne, ma nulla potrebbe esplodere in noi, se non vi esistesse di già.” (C. G. Jung)




permalink | inviato da retebioregionale il 8/7/2019 alle 5:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 luglio 2019

L’anima gemella, una società al femminile, sopravvivenza non garantita, papa Francesco e le speranze ecologiste, in memoria di Giorgio Nebbia, soffio vitale, Zen: la via per pochi eletti…

Il Giornaletto di Saul del 6 luglio 2019 – L’anima gemella, una società al femminile, sopravvivenza non garantita, papa Francesco e le speranze ecologiste, in memoria di Giorgio Nebbia, soffio vitale, Zen: la via per pochi eletti…

Care, cari, per dimostrare che l’amore non può e non deve essere violenza prendiamo lo spunto della commemorazione della Santa Maria Goretti, che ricorre il 6 luglio, la quale fu uccisa pur di non cedere alla lusinga di un amore venale. In questo momento storico in cui la violenza verso la donna sta raggiungendo un picco di virulenza è importante ristabilire il valore ed il significato dell’amore romantico, basato sulla capacità di produrre fra il maschile ed il femminile dei valori condivisi, come semplicità e bellezza, creatività e simpatia, solidarietà e innocenza. Per questo abbiamo pensato ad una celebrazione che unisse questi ideali senza però rinunciare al rispetto di sé e delle proprie qualità. Infatti spesso si tende ad abbassare il livello della propria dignità solo in funzione di un ottenimento sociale e di un appagamento materiale… Rifletteremo su questi temi durante una passeggiata serale, lungo il fiume Panaro, appuntamento alle ore 19.30, all’ingresso del Sentiero Natura di Via dei Gibellini a Spilamberto. Info: 333.6023090

Una società al femminile. Unica soluzione per la sopravvivenza della specie? – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Stiamo per assistere ad un cambio di paradigma politico e culturale, le donne andranno al potere e probabilmente si coordineranno tra loro. E non saranno epigoni maschili ma porteranno in politica e soprattutto nel governo attivo la loro particolare visione ed interpretazione della realtà e delle prospettive, dobbiamo attenderci maggiore lungimiranza e minore belligeranza…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/07/bioregionalismo-e-matrismo-la-donna.html

Commento di Michele Meomartino: “Si è persuasi che recuperando questa dimensione femminile, a lungo avversata da una cultura maschilista e prepotente, l’umanità possa arricchirsi di una saggezza, di una sensibilità, di una visione del mondo e di valori più attenti alla cura, alla pace e all’armonia, tanto più urgenti e necessari, oggi, in cui si assiste al prevalere di violenze e di ingiustizie.”

Sopravvivenza non garantita – La dura realtà, fatta di cose concrete, spazzerà infine le nebbie dell’immaginario e del sogno ad occhi aperti. Politica, finanza, potere, ricchezza… tutta immondizia più sporca di quella che si accumula nelle strade di Napoli, di Calcutta, del Cairo, di Buenos Aires, di New York… e persino del paesello sui monti. In questo momento si parla molto dell’imminente crollo sociale ed economico mondiale e di come poter risolvere i problemi della produzione alimentare ed energetica, funzionale al mantenimento della struttura tecnologica in cui la nostra civiltà sguazza e sprofonda. Sabbie mobili. Viviamo con la paura di sprofondare e siamo già con l’acqua alla gola, quindi tutto ciò che facciamo peggiora soltanto la situazione…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/ecologia-profonda-e-sopravvivenza-non.html

Proposte per il prossimo Collettivo Bioregionale – Stiamo riflettendo sulla possibile ubicazione del prossimo collettivo bioregionale ecologista del 2020. La Rete Bioregionale Italiana, per l’ecologia profonda, il bioregionalismo e la spiritualità laica, propone un modo di vivere armonico nella società ed in natura. Gli incontri sono pertanto occasioni di condivisione collegiale del sentire e della pratica quotidiana, nello spirito conviviale e semplice dell’avvicinamento fra amici e fratelli. Sin d’ora prendiamo in esame proposte per il luogo dell’incontro del solstizio estivo 2020 – Scrivere a: bioregionalismo.treia@gmail.com”

Papa Francesco e le speranze ecologiste nella chiesa cattolica… – Aveva cominciato ad occuparsene il passionista Thomas Berry, con alterne fortune, ma ora l’ecologia potrebbe entrare più profondamente nella coscienza “religiosa” della chiesa cattolica. Il fatto nuovo è la scelta di Jorge Bergoglio di assumere il nome di Francesco, un santo che conobbe in profondità l’amore per la natura. Leggete l’analisi in tal senso del compianto prof. Giorgio Nebbia… – Continua con vari commenti pro e contro: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2013/03/francesco-un-papa-ecologico-forse-egli.html

Un melo per Giorgio Nebbia – Scrive Marinella Correggia a integrazione dell’articolo - https://retedellereti.blogspot.com/2019/07/giorgio-nebbia-ha-lasciato-questo-piano.html -: “Caro Paolo, torno dal funerale di Giorgio. La bara, semplice e come piccola, senza fronzoli. Una sola corona di fiori. Insomma la semplicità. Ti mando la foto dell’albero (un melo varietà abbondanza rossa) che gli ho dedicato ieri…”

In memoria di Giorgio Nebbia (23 aprile 1926 – 3 luglio 2019). Tra i fondatori dell’ambientalismo italiano, della scienza ecologica. Un riferimento umano e politico quale docente universitario, pioniere di ricerche, divulgatore di un numero incredibile di libri e articoli, poderoso archivista, militante infaticabile, sempre disponibile per ogni impegno sociale e politico volto  all’ambiente e alla pace, affabile e ironico e di una gentilezza innata. Un maestro capace di coniugare l’ecologismo scientifico con la necessità della giustizia sociale, il rigore tecnico con la spinta utopica, il marxismo e la religione con l’ecologia… (Barbara Tartaglione e Lino Balza)… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/in-memoria-di-giorgio-nebbia-il.html

Il paraocchi della “non conoscenza” – Scrive Michele Tosetto a commento dell’articolo https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/07/il-paraocchi-della-non-conoscenza.html -: “Ovvio, palese, evidente ma se non esci dal gioco, non spegni la televisione, non prendi la decisione di essere diverso e non seguire quella serie piuttosto che la politica mediatica non te ne puoi accorgere. Il prezzo che paghi è che appari strano perché i tuoi argomenti non solo quelli di tutti e non sai seguire una discussione su quel personaggio o sulla altro episodio: quello che ottieni è una maggior consapevolezza, più tristezza e più solitudine…”

Mio commentino: “…più libertà, soprattutto…”

Carola, la racketara, tiene banco negli USA – Il blog Altra Calcata altro mondo, ove è pubblicato l’articolo su Carola Rackete – http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/capitana-rackete-carola-eroina-del-mare.html - è stato visitato ieri da 2.152 utenti statunitensi. In totale durante la settimana le visite dagli USA ammontano a 12.528, contro appena 455 dall’Italia. Insomma siamo letti più all’estero che in casa…”

Soffio vitale e tranquillità mentale – Con il respiro non si assorbe solo “aria” nell’organismo ma –come viene insegnato in varie discipline esoteriche- anche “energia vitale”. Questa fu anche la ricerca intrapresa da uno psicologo contemporaneo, Wilhelm Reich, che fece molti esperimenti e studi in tal senso. Egli definì il respiro non solo aria ma “energia orgonica” (la stessa cosa in India è chiamata “prana”). Reich afferma che l’aria è solo un contenitore ma in essa è contenuto un potere chiamato “orgone” (o “elan vital”)….” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/04/respiro-meditativo-soffio-vitale-e-tranquillita-mentale/

San Pietro Vara Maissana. Scuola Familiare – Scrive Betta: “Dal 27 luglio al 4 agosto 2019, a San Pietro Vara Maissana (Sp), Cascina San Michele, Via Lungo Borsa 17. Raduno della Rete scuola familiare italiana. Un momento speciale per condividere esperienze, energie, modalità e dubbi di un percorso. Info: 347.2622932”

Gran Bretagna. Figli di un altro padre – Scrive James Hansen: “In Inghilterra il testing genetico, operato dal servizio sanitario nazionale, ha rilevato che una persona su dieci non è figlio o figlia di quell’uomo che ha sempre chiamato “Papà”. L’NHS conduce annualmente lo “screening genomico” su 220mila persone. Ne consegue che l’informazione potrebbe gettare scompiglio in oltre 20mila famiglie inglesi all’anno.” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/05/gran-bretagna-e-dintorni-figli-di-un-altro-padre/

Ariccia. Agricoltura e yoga – Scrive Mercato Contadino: “Nel parco di Ariccia fra le querce secolari dello Sporting Club Montegentile (Via delle Cerquette, 65) troverete il Mercato Contadino ogni mercoledì, sabato e domenica, dalle 8 alle 13,30. Tante piccole aziende a conduzione familiare ti aspettano con i loro prodotti di agricoltura naturale, del territorio. Inoltre tutte le domeniche di luglio e agosto, alle ore 10, lezione gratuita di Yoga, per tutti (anche i bambini), sul prato all’ombra delle querce secolari con la maestra Barbara Paladini. Info: info@mercatocontadino.org”

Zen. La via per pochi eletti – “Qui ripropongo un incoraggiamento di Alberto Mengoni rivolto ai cercatori spirituali: “…perfino tra quei pochi che pure si sentono interessati, la cappa negativa degli interessi e dei desideri mondani (oltre alla obiettiva difficoltà di riconoscere validi gli insegnamenti metafisici e ultraterreni del Chan), sono di grande ostacolo alla chiara realizzazione ed alla immediata comprensione della Dottrina Segreta che porta alla Illuminazione Improvvisa. Quindi non disperate voi che sentite interesse per la pratica interiore e per la meditazione…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/02/chan-o-zen-la-via-per-pochi-eletti.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Oggi o fra cento secoli,
non sai quando avverrà la confisca dei beni.
In mano hai solo il momento presente.
Mente, oh mente mia,
affrettati a produrre il raccolto!
Spargi ora il seme che i tuoi maestri ti hanno dato
ed innaffialo con l’acqua dell’amore.”
(Ramprasad)




permalink | inviato da retebioregionale il 6/7/2019 alle 5:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 luglio 2019

Chiesta l’istituzione di un Magistrato delle acque, la memoria dell’acqua, dipartita di Giorgio Nebbia, Treia: memoria della disfida del bracciale, se la sopravvivenza diventa sopraffazione, il paraocchi della “non conoscenza”…

Il Giornaletto di Saul del 5 luglio 2019 – Chiesta l’istituzione di un Magistrato delle acque, la memoria dell’acqua, dipartita di Giorgio Nebbia, Treia: memoria della disfida del bracciale, se la sopravvivenza diventa sopraffazione, il paraocchi della “non conoscenza”…

Care, cari, lo sfruttamento massiccio di tutte le risorse naturali, nell’interesse dominante delle società finanziarie internazionali che sovrintendono lo sfruttamento a tappeto delle acque minerali, non può essere accettato dal Governo e dal Parlamento italiano. Certo lo sostiene il piccolo Circolo vegetariano VV.TT., praticamente ‘un puntino’ sulla carta politica e geografica d’Italia – ma dopo aver affrontato questi temi con cognizione, sentiti esperti, eseguiti studi e ricerche, fra tante difficoltà immaginabili… Paolo D’Arpini sostiene che ”è giunto il momento di istituire il ‘Magistrato delle Acque potabili’ (esistono gli storici Magistrati alle Acque che dovrebbero essere re-istituiti per prevenire le alluvioni) mentre quelli delle acque potabili dovrebbero verificare le nuove concessioni per lo sfruttamento delle acque potabili e far rispettare dei limiti, onde impedire la realizzazione di un progetto che avanza a passi giganteschi in Italia e in Europa: la commercializzazione di tutte le acque minerali e, in generale sorgive, con il rischio che anche le aree che hanno acqua potabile direttamente dai rubinetti delle abitazioni ricevano in futuro soltanto acqua riciclata, imbevibile e già, in talune zone europee, inservibile persino per il bucato a mano”. (Notizia di archivio, ADN Kronos 1999, ancora buona…)

La memoria dell’acqua – Masaru Emoto nasceva a Yokohama, in Giappone, il 22 luglio 1943 (ed ha lasciato il corpo il 17 ottobre 2014). Studioso e ricercatore giapponese, che ha dedicato la sua vita a studiare le correlazioni esistenti fra la parola, il pensiero e l’Acqua. L’elemento Acqua, nella scienza archetipale cinese e giapponese, è rappresentativo della saggezza.. poiché l’acqua è in grado di trasmettere i messaggi. Se passa in mezzo ai fiori profuma, è pura ed è fragrante, al contrario se scende in una cloaca è putrida e puzza come gli elementi che vi si sciolgono. Insomma l’Acqua è messaggera per antonomasia… E non sarà un caso che proprio questo uomo dell’estremo oriente, sicuramente imbevuto della cultura cinese, Masaru Emoto, abbia riscoperto (anche dal punto di vista scientifico) il valore ed il significato dell’elemento Acqua… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/la-memoria-dellacqua-secondo-masaru.html

BCE. In mani “sicure” – Scrive Adriano Colafrancesco: “Christine Madeleine Odette Lagarde, nata Lallouette. Ministro dell’Economia della Francia dal 2007 al 2011, succeduta al connazionale stupratore seriale Dominique Gaston André Strauss-Kahn e riconfermata per altri cinque anni nel 2016 ai vertici del FONDAMENTALISMO MONETARIO INTERNAZIONALE, ora a capo della BCE…”

Giorgio Nebbia. Dipartita – Scrive Marinella Correggia: “…apprendo che il 3 luglio 2019 pomeriggio è morto Giorgio Nebbia. Impossibile riassumere in poche righe lasua importante opera di ambientalista di sinistra e per la pace, un’opera dispiegata con generosità e disponibilità rare, da docente e ricercatore, da divulgatore con un numero incredibile di libri e articoli, e anche da senatore indipendente…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/07/giorgio-nebbia-ha-lasciato-questo-piano.html

Vignola. Guru Purnima – Per celebrare degnamente il Guru Purnima quest’anno ci troviamo a Vignola, in Via dei Gelsi, C/O “La Bifolca” di Maria Miani, il 14 luglio 2019, alle ore 18. Saranno presenti Upahar Anand e Venu ed il gruppo bhajan “Luce di Stelle”, con accompagnamento di strumenti indiani. Al termine dei canti seguirà la condivisione del prasad vegetariano da ognuno portato… – Info: 333.6023090”

Treia. Memoria storica della “nuova” Disfida del Bracciale – La prima “nuova” Disfida del Bracciale si disputò nel 1978, realizzata dall’intuizione di un giovane assessore allo sport ed alle politiche giovanili di Treia, il neolaureato Alberto Meriggi, il quale intendeva così mantenere in auge un gioco che per secoli aveva appassionato la gioventù treiese e di tutta l’Italia del centro-nord. Il gioco della palla col bracciale è infatti profondamente radicato nella memoria di Treia che… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/07/04/treia-la-storia-della-disfida-del-bracciale-una-memoria/

Carola aveva ragione – ”La Repubblica di oggi relega in decima pagina la notizia della visita di Putin in Italia, quando vengono i presidenti americani, invece,La Repubblica gli dedica 10 pagine… Ecco lo specchio dei tempi in cui viviamo. Nel frattempo la capitana Carola Rackete torna libera. Il gip di Agrigento, Alessandra Vella, non ha convalidato l’arresto della comandante della Sea Watch escludendo il reato di resistenza alla forza pubblica. Ora forse verrà proposto l’arresto dei militari della GdF che, con una nave da guerra, hanno intralciato l’arrivo dell’Arca dell’alleanza. I liberisti continuano la loro preziosa opera di “liberazione”…”

Se la sopravvivenza diventa sopraffazione – Scrive Morena Oro: “Per sopravvivere abbiamo dovuto distruggere, alterare, intervenire talvolta sugli equilibri naturali.  Finché un bel giorno non ci siamo più accontentati di sopravvivere, abbiamo voluto arricchirci, avere di più, permetterci il superfluo. L’essenziale ci è sembrato poco, mortificante, ben al di sotto delle nostre possibilità cognitive.  Allora ha avuto la meglio un altro meccanismo fondante delle leggi della Natura, la sopraffazione…” – Continua:https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/07/se-la-sopravvivenza-diventa.html

Commento di Amritananda: “…il desiderio di un raccolto più grande spinge spesso all’uso di fertilizzanti chimici e pesticidi. A causa di questa avidità dimentichiamo di amare le piante. Un pallone può essere gonfiato solo fino a un certo punto, oltre il quale scoppierà. Se continuiamo a cercare di aumentare la produzione con mezzi artificiali, comprometteremo la vitalità e la qualità del seme ed esso diventerà nocivo per chi lo mangia”

Il paraocchi della “non conoscenza” – Scrive Simon Smeraldo: “Calcio, politica e gossip-attualità (e non menziono la religione perché ognuno di questi elementi di volta in volta la sostituisce) rivestono un ruolo molto importante: sostenendo il mondo dell’illusione convogliano un’enorme quantità di energie emotive e mentali nel buco nero che un autore definiva “la nube della non conoscenza”, ai fini di sostenere e perpetuare lo status quo che mantiene il mondo nella condizione di un campo di concentramento globale, in cui si è prigionieri della contingenza, dell’effimero…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/07/il-paraocchi-della-non-conoscenza.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’universale è eterno;
è eterno
perché non vive per se stesso,
perciò: l’uomo reale
indietreggiando avanza
restando fuori è sempre presente
col non fare di sé il centro
raggiunge la perfezione”
(Tao Te Ching, 7)




permalink | inviato da retebioregionale il 5/7/2019 alle 6:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 2264130 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     giugno   <<  1 | 2  >>