.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
4 luglio 2019

Rapporto città-ambiente, dieta vegetariana, balene a rischio, tracce di ecologia profonda, dharma e vita nel mondo…

Il Giornaletto di Saul del 4 luglio 2019 – Rapporto città-ambiente, dieta vegetariana, balene a rischio, tracce di ecologia profonda, dharma e vita nel mondo…

Care, cari, di fronte alla gravità dell’alterazione della condizione ecologica delle nostre città, la risposta deve essere di tipo olistico, nella ricerca di un rapporto “città/ambiente” capace di comprendere tutte le istanze coinvolte. Ciò non significa che invece la strategia non possa svilupparsi per azioni locali specifiche e differenziate. Anche per l’urbanistica ecologica può valere il principio ‘pensare globalmente – agire localmente’. Tutto ciò comporta in ogni caso un cambiamento di paradigma epistemologico-disciplinare, nonché una pratica sperimentale partecipata. (Giorgio Pizziolo) – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/07/bioregionalismo-ed-urbanizzazione.html

Katan-Katan-Katanga-nga! Hoooo-Chi-Minh-GiapGiap! Johnson boia! Per poi veder evaporare la forza della futura generazione tra i fumi di Campo Lambro e le fughe in India coi soldi di papà operaio. Almeno fossero rimasti là, ma sono tra noi (FrankyHE), e hanno figliato pure la generazione dei selfies. Ma anche noi abbiamo fallito, reagendo tardi e male, chi in un modo chi nell’altro, alla degenerazione del movimento comunista, nazionale e internazionale. E ben prima dell’89 o dei 40.000. Già con G. Rossa si doveva finalmente capire dove si andava a parare, poi con l’operazione Moro la frittata era ben che servita. Son passati 40 anni, oggi in mezzo al deserto vaglielo a spiegare ai millenians. Menti raffinate, ma pure coglioneria sesquipedale… – (J.E.)

Consigli salutari per la dieta vegetariana – Scrive Franco Libero Manco: “E’ bene iniziare il pasto con gli alimenti più semplici e terminare con quelli più concentrati. Gli alimenti semplici sono quelli ad alto contenuto di acqua, come le verdure. Mangiare solo se c’è la vera fame, mai per abitudine, e variare il tipo di alimenti. Bere meno possibile durante i pasti per evitare la diluizione dei succhi gastrici….” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/02/vegetarismo-importanza-delle-combinazioni-alimentari/

Commento di M.B.: “Mi permetto un suggerimento che avrei visto volentieri nel testo, riguardo la successione dei vari alimenti durante lo stesso pasto: 1-verdure crude 2-proteine o amidi 3-verdure cotte. Già con questo semplice accorgimento, si ottengono notevoli vantaggi…”

Tracce di Ecologia Profonda – Scrive Alan Drengson: “Arne Naess e altri hanno proposto una raccolta di otto principi per caratterizzare il movimento della ecologia profonda come parte di un movimento ecologico generale. In molte nazioni occidentali i sostenitori dei principi della piattaforma provengono da religioni e retroterra filosofici differenti…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/07/tracce-di-ecologia-profonda-nella.html

Balene a rischio – Scrive Greenpeace: “… il governo giapponese ha ripreso la caccia alle balene, per motivi commerciali. Diverse imbarcazioni hanno già preso il largo dal porto di Shimonoseki e dalla località di Kushiro, nell’Hokkaido. Le balene sono già a rischio a causa dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento. Ora questa caccia insensata rende ancora più urgente un accordo per la protezione globale degli oceani, da Polo a Polo. Info: greenpeace.italia@act.greenpeace.org”

Stella Zero salvata dalla vivisezione – Scrive Silvia Premoli: “Stella Zero è un maiale e solo da poche ore respira l’aria della campagna e si può sdraiare sull’erba profumata. Ma non è un maiale come tanti perché ha un elettrodo piantato nell’encefalo, infatti è reduce da un esperimento avvenuto in un laboratorio: la sua fronte è bombata ed ha una piccola cicatrice in mezzo alle orecchie. E’ troppo rischioso rimuovere l’impianto che rimarrà come il marchio di un abuso. A Magnago i volontari di PorciKomodi che l’hanno adottata e hanno trattato per la sua liberazione cercheranno di farle dimenticare tutto il dolore e le privazioni subite…”

Sea Watch e la capitana del racket(e) – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/capitana-rackete-carola-eroina-del-mare.html?showComment=1562151402714#c7371722070737236909 -: “Mi domando: i nostri cari marinai, girovaganti per il Mediterraneo alla ricerca di potenziali naufraghi, meglio se già in acqua con il salvagente alla vita e un paio di corpi annegati che galleggiano, così l’effetto mediatico è più altisonante, sono proprio così altruistici e votati al bene del loro prossimo? Questi salvatori sono così altruistici da spendere milioni dei loro “sudati” Euro per armare navi, pagare ciurme per giorni e mesi, e queste rischiare a loro volta il naufragio o di non raggiungere lo scopo di “salvare” “migranti”, solo per altruismo?” – Continua in calce al link segnalato

Commento di Paolo David Sacco, via FB: “L’obiettivo intelligente dei dirigenti che ci comandano per evitare le migrazioni è quello di rendere omogeneo il mondo. Far esplodere bombe negli oceani per raddrizzare l’asse terrestre, minacciare le colture agricole con diffusione di spore e patogeni nei siti dove producono troppo, contaminare e deturpare tutta la superficie terrestre in modo omogeneo…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Dharma e vita nel mondo – Scrive Arya Tara: “…ogni volta che il Dharma entrerà in decadenza per mano degli Uomini, anche l’equilibrio della Natura ne verrà coinvolto e disturbato, il percorso evolutivo si bloccherà lasciando spazio alle forze del male e del caos. Per questo motivo considero disonesto da parte di coloro che si professano Buddisti o Induisti violare le leggi naturali e Cosmiche per perseguire la ricerca del benessere psicofisico attraverso la materialità fine a se stessa…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/07/il-significato-di-dharma-in-parole.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non date fede ai vecchi manoscritti, non credete una cosa perché il vostro popolo ci crede o perché ve l’hanno fatto credere dalla vostra infanzia. Ad ogni cosa applicate la vostra ragione; quando l’avrete analizzata, se pensate che sia buona per tutti e per ciascuno, allora credetela, vivetela, e aiutate il vostro prossimo a viverla a sua volta.” (Buddha)




permalink | inviato da retebioregionale il 4/7/2019 alle 9:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 luglio 2019

Economia ecologica, bioregioni biosistemi, Monte Compatri: film festival, “Candele per Assange”, il futuro con Nostradamus, laicismo e spiritualità laica…

Il Giornaletto di Saul del 3 luglio 2019 – Economia ecologica, bioregioni biosistemi, Monte Compatri: film festival, “Candele per Assange”, il futuro con Nostradamus, laicismo e spiritualità laica…

Care, cari, come sarebbe il mondo senza banche? Che ne sarebbe degli interessi economici, dei guadagni sull’azione di dare qualcosa per ricevere qualcosa in più. L’educazione ricevuta fin da bambino, anche quella religiosa che tuona: Devi lavorare per guadagnarti da vivere… ma il da vivere ce lo siamo già guadagnati altrimenti non saremmo qui… (Giuseppe Finamore)… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/economia-bioregionale-ecologica.html

UE. Parvënü au pouvoir!? En garde avec Lagarde, la bête est retournèe…

Capitana Carola Rackete. Presente! – Scrive Vincenzo Mannello a commento-integrazione all’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/capitana-rackete-carola-eroina-del-mare.html?showComment=1562082568972#c8323710447089311427 -: “Dicono quelli della Sea Watch: “Continueremo a fare in modo che siano rispettati i diritti umani nel Mediterraneo, se necessario con una nuova nave se la nostra resta ancora sotto sequestro”, ha detto Ruben Neugebauer, uno dei responsabili dell’organizzazione, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a Berlino. La Sea Watch e le altre organizzazioni non governative hanno raccolto “oltre un milione” di euro per coprire le spese legali di Rackete. “Ora – ha dichiarato Neugebauer – abbiamo l’appoggio finanzario necessario per continuare a lavorare”. Se a quanto sopra aggiungiamo le altre Ong che già hanno in mare almeno 4 navi “di salvataggio”, credo si prospettino “giorni caldi” per il governo italiano…” – Continua in calce al link segnalato

Mio commentino: “Si vede che l’articolo piace agli yankee: 4.405 visite dagli USA”

Bioregionalismo come metodo descrittivo degli ecosistemi – Scrive Paesaggi Mutanti: “L’uso del termine ecoregione o bioregione è conseguenza del rinnovato interesse negli ecosistemi e nel loro funzionamento e, in particolare, di numerose ricerche relative alla scala spaziale nello studio della gestione dei paesaggi. È ormai ampiamente riconosciuto che sistemi interconnessi si combinano per formare un insieme che è “più grande della somma delle parti”. Molti sono i tentativi in atto per gestire gli ecosistemi in modo integrato per ottenere paesaggi “multifunzionali”, e vari gruppi di interesse, dai ricercatori agronomi agli ambientalisti, stanno iniziando ad usare la bioregione come unità territoriale di analisi e pianificazione…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2015/12/bioregionalismo-come-metodo-descrittivo.html

Poggio di Manse. Appello ai musicisti… – Scrive Torepanu: “Work in progress nomade d’improvvisazione e composizione, condotto da Salvatore Panu. Prossimo movimento a Poggio di Manse (Hautes Alpes – FR) dal 27 al 30 agosto 2019 (concerto il venerdì). Il progetto è aperto …  Info:  torepanu@tiscali.it”

Milano. Scrive No Guerra: “Il Comitato Contro la Guerra Milano aderisce e sostiene la campagna “Candele per Assange” contro la guerra all’informazione e per la Liberazione di Julian Assange, in occasione del suo compleanno. Partecipare è un atto di riconoscenza nei confronti di chi ha messo a repentaglio la propria vita per garantirci il diritto di conoscere la verità. 3 luglio alle ore 21 in Piazza Castello a Milano..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/02/campagna-internazionale-candele-in-occasione-del-compleanno-di-julian-assange-julian-assange-libero-no-allestradizione-negli-usa/

Commento di J.E.: “Sarà una mia fissazione, ma continuo a chiedermi come mai Il Manifesto persiste a bucare la ‘questione Assange’, e Manning, e Snowden, e osservo che nemmeno su Peace Link e sugli altri circuiti incensati come campioni di difesa dei diritti civili e politici, della questione A.M.S. gira nulla. Non poco: nulla proprio…” – Continua in calce al link soprastante

Monte Compatri. Film Festival 2019 – Scrive Controluce: “Si svolgerà dal 5 al 9 luglio 2019 a Monte Compatri in provincia di Roma la 3° edizione del Monte Compatri Film Festival. Un programma denso e variegato animerà la manifestazione tra incontri, retrospettive, film ed un concorso di cortometraggi…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/07/monte-compatri-film-festival-dal-5-al-9.html

Scottature solari. Rimedio fai da te – Scrive M.B.: “Come rimedio contro le scottature suggerisco un metodo naturale, a costo ZERO: la propria orina. Bagnare le parti ustionate con cotone imbevuto della propria urina, aspettare 15/30 minuti e poi fare la doccia. Successo garantito, anche in caso di scottature da fuoco o da acqua bollente. Niente più dolore e niente bolle e, soprattutto, la pelle ritorna come era prima della bruciatura. Rimedio ayurvedico antico di oltre 5.000 anni.”

I destini d’Italia. Il futuro con Nostradamus. Recensione – “La Vita umana è contrassegnata dalle linee dei Tempi, degli Anni, dei Sogni e delle Speranze. Le Facce del Tempo marcano sulla fronte con le rughe i segni quanto i cerchi di un grande albero racchiusi dentro e fuori di ogni tronco umano ovvero il corpo di carne, pelle su cui constatiamo i Segni epidermici della Pelle dei Tempi. Ogni cosa ha la sua maschera , forma, fisionomia, struttura, icona, nome, colore, sostanza che  come un abito che si veste o si spoglia inevitabilmente come foglie che cadono nella stagione morta…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/12/le-facce-del-tempo-i-destini-ditalia-il.html

No all’accecamento dei macachi – Scrive Linda Guerra: “Buongiorno Paolo, contro la sperimentazione sui macachi, il 6 Luglio 2019 Animalisti Italiani organizza una manifestazione di protesta a Parma dalle 15 alle 20, che partirà da Piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa 11, https://www.facebook.com/events/2274204842655174/. Mi sono resa disponibile a partecipare al tavolo di discussione di scienziati anti-vivisezionisti che prossimamente dovrebbero essere convocati dal Ministero per la Salute per chiedere la revoca dell’autorizzazione…”

Laicità, laicismo e spiritualità laica – Si dice che lo Stato laico sia l’unico ente “super partes” che consenta libertà di pensiero a tutti i cittadini. Nella Costituzione italiana tale libertà è garantita in diversi punti, questo perché la nostra costituzione è nata in un momento particolare della nostra storia patria, subito dopo la caduta del fascismo che aveva fatto del “concordato con la chiesa cattolica” una pietra miliare utile alla sua egemonia politica interna. Dopo la liberazione dal fascismo, per alcuni anni, si sperò che la divisione tra i poteri laici dello stato ed i dettami religiosi della chiesa avessero trovato un equilibrio, garantendo una libertà espressiva. Purtroppo non è stato così, a cominciare dai patti stilati da Bettino Craxi con il vaticano nel 1984 che andavano a sancire una sorta di rivincita religiosa nei confronti dello stato laico…” – Continua:https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/07/02/laicita-laicismo-e-liberta-di-pensiero-nello-stato/

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Lo stato che chiamiamo realizzazione è semplicemente essere se stessi, non conoscere o diventare qualcosa. Colui che si è realizzato… non può descrivere quello stato. Può solo esserlo.” (Ramana Maharshi)




permalink | inviato da retebioregionale il 3/7/2019 alle 6:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 luglio 2019

Roma Nord: il trenino si ferma, canapa la pianta che ci manca, Parma: no all’accecamento dei macachi, il ritorno alla Madre Universale, Tuscia: monocoltura della nocciola e acqua potabile, la creazione è senza intenzione…

Il Giornaletto di Saul del 2 luglio 2019 – Roma Nord: il trenino si ferma, canapa la pianta che ci manca, Parma: no all’accecamento dei macachi, il ritorno alla Madre Universale, Tuscia: monocoltura della nocciola e acqua potabile, la creazione è senza intenzione…

Care, cari, dal 1 luglio 2019 sono state ridotte corse urbane, extraurbane e soppresse le navette sostitutive del treno, ma il problema sarà proprio l’entrata in vigore del nuovo regolamento. Prevediamo quindi una apocalisse di soppressioni in tratta extraurbana e quelle poche corse effettuate saranno lentissime… al limite dello sfinimento per il povero e (sempre più) martoriato pendolare della Roma Nord. Si potrà prendere il treno forse solo di domenica, quando ci saranno meno corse e meno utenti, e questo è veramente PARADOSSALE… (Comitato pendolari Roma Nord)… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/07/roma-nord-la-tratta-piazzale-flaminio.html

Mio commentino: “Quel trenino che parte da Roma da Piazzale Flaminio, ed arriva a Rignano Flaminio, per talvolta proseguire verso Civita Castellana e infine Viterbo, lo presi tante volte quando ancora abitavo a Calcata. Lo chiamavo il trenino indiano del West dove poter stare tranquilli in scompartimenti di legno a guardare il panorama, passando da allevamenti di vacche allo stato brado, cavalli al pascolo, campi di grano, frutteti, boschetti e tanta natura… La vita bella è finita…”

Canapa la pianta che ci manca! – Sull’argomento della canapa bioregionale mi sono già espresso in vari articoli  ma ho voluto egualmente pubblicare questo documento che meglio compendia le motivazioni storiche ed i retroscena economici e politici sulla proibizione e sul conseguente “proibizionismo” di questa pianta salvifica che è amica dell’uomo e che nel Mediterraneo contribuì alla sua civilizzazione…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/21/canapa-la-pianta-che-ci-manca/comment-page-1/#comment-461

Mio commentino: “Nell’ambito della rivalutazione dell’agricoltura contadina riteniamo che la canapa bioregionale debba ritornare ad essere considerata una pianta naturale, spontanea o coltivata che sia, come è sempre stata in Italia per millenni, prima delle restrizioni e proibizioni volute dagli USA e subentrate al termine del secondo conflitto mondiale…”

Parma. No all’accecamento dei macachi – Scrive Silvia Premoli: “Tony Curcio, attivista vercellese dell’Associazione Vegani Italiani, continua lo sciopero della fame iniziato domenica 23 giugno per protestare conto la sperimentazione dei macachi che inizierà dopo l’estate presso l’Università di Parma in collaborazione con il Dipartimento della Facoltà di Psicologia dell’Università di Torino. La coraggiosa decisione di Tony sta interessando i media locali e nazionali, mentre attivisti di ogni città si recano a Parma, vicino a piazza Garibaldi e al Municipio, per sostenerlo…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/vivisezione-laccecamento-dei-macachi-e.html

La capitana del racket ed il PD – Scrive Luigi Caroli a commento poetico dell’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/capitana-rackete-carola-eroina-del-mare.html?showComment=1561992704398#c8322387121103772316 -: “Hai dubbi su chi è del PD peggiore? Madre Natura lo nomò “migliore”. E chi – tra tutti – più smodato ha l’io? E’ facile da dir: Grazian Del Rio. Laddove ‘ndrangheta raduna i capannelli ciancian comari. Esulta Zingarelli…”

Tuscia. I veleni della monocultura della nocciola – Scrive Raimondo Chiricozzi: “A seguito della proposta di estendere la monocoltura della nocciola attorno al lago di Bolsena e alla levata di scudi dei Sindaci, il Prefetto di Viterbo ha preso una buona iniziativa istituendo un tavolo tecnico sull’utilizzo dei prodotti fitosanitari sulle colture agricole. Alla prima riunione d’insediamento abbiamo avuto modo di esprimere alcune considerazioni. Tra queste la più importante che vogliamo ricordare riguarda il lago di Vico e i bacini idrici di acque superficiali della Regione e cioè le contraddizione di leggi che vietano e nello stesso tempo favoriscono l’uso di pesticidi…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/tuscia-i-veleni-della-monocultura-della.html

Pietralunga. Capre in vendita – Scrive Seminasogni: “Fabio, pastore di Pietralunga (PG), vende le sue 25 capre buone lattifere, pascolatrici abituate ai cani. Gregge intero o a blocchi. Sbizzarritevi! Divertitevi! Info: 3339309557”

La persona ed il ritorno alla Madre Universale – Scrive Subramanyam: “…ci sono interpretazioni dei termini “persona” ed “antropocentrismo” che trovo deleteri, poiché pretendono di conferire agli uomini il diritto di sfruttare la Natura vivente quasi fosse un oggetto disanimato radicalmente distinto da sé. Se invece si pensa che la persona umana rappresenta il momento eminentemente coscienziale della Natura, fungendo da trait d’union tra il sensibile e il sovrasensibile, allora si possono comprendere espressioni quali “Custode, Amico dell’Esistenza” e non possono non apparirci in tutta la loro evidenza la sua grande responsabilità, unita alla sua spontanea devozione per la Madre dalla quale proviene e attraverso la quale deve necessariamente passare-ritornare per accedere a superiori stati dell’Essere…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/ecologia-profonda-la-persona-ed-il.html

La cultura dominante – Scrive Vincenzo Zamboni: “Nella cultura della Grecia classica il lavoro manuale, “banausía”, era considerato con dichiarato disprezzo dalla classe dominante, che lo reputava esplicitamente indegno degli uomini liberi, benché costoro avessero bisogno dei suoi frutti. Ne risultava una società divisa in due caste: quella dei lavoratori manuali, che dovevano obbedire, e quella di chi ne era esente, destinato a comandare. Fondamentalmente questa concezione sociale rimase inalterata nella storia occidentale…”

La creazione è senza intenzione – La manifestazione appare nell’Assoluto attraverso uno spontaneo “olo-movimento”, o “Potere” (Shakti) in esso intrinseco. L’Assoluto non crea… egli semplicemente è. Non ha volontà né desiderio. Nel non-dualismo tutto l’esistente è una naturale espressione dell’energia propria dell’Essere, non c’è compimento deliberato o finalità nella manifestazione. Dal punto di vista “empirico” la spiegazione che viene data dell’evento “creativo” è quella del movimento energetico, un “gradiente” che viene a formarsi in seguito all’apparizione nello specchio della mente cosmica del concetto di spazio e di tempo. Una sorta di capacità della mente di proiettarsi in quel “continuum” attraverso la formazione di una serie incessante di “fotogrammi”, definiti “momenti” e “luoghi”… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2018/11/creation-occurs-without-intent-la.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il tempo e lo spazio sono come parole scritte sulla carta; la carta è reale, ma le parole sono solo una convenzione. Il tempo è infinito, benché limitato, l’eternità avviene nello spaccato del momento presente. La manchiamo perché la mente fa la spola fra il passato e il futuro e non si ferma a mettere a fuoco il presente. Ma questa è una cosa che si può fare abbastanza facilmente, se si desta l’interesse.” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 2/7/2019 alle 15:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 luglio 2019

Carola: eroina o pirata?, inquinamento acustico e musicale, il rumore che uccide, qualità delle piante, gli USA spingono i popoli alla guerra, preghiera sincretica universale…

Il Giornaletto di Saul del 1 luglio 2019 – Carola: eroina o pirata?, inquinamento acustico e musicale, il rumore che uccide, qualità delle piante, gli USA spingono i popoli alla guerra, preghiera sincretica universale…

Care, cari, Carola, eroina del mare o pirata del racket(e)? Dunque riepilogando: È in atto una destabilizzazione dell’Europa una vera azione di guerra che spinge una valanga umana  come se fossero animali da macello verso l’Europa. Lo avevano minacciato da tempo. (…) E la disobbedienza della capitana, pubblico ufficiale che non si ferma nemmeno con un ordine militare lo vediamo come un atto di eroismo? Minimizzare questa disobbedienza paragonandola ad una ambulanza che viola la legge passando a un semaforo rosso come han fatto Delrio ed Orfini dimostra tutta l’ipocrisia della politica che secondo il mio modesto parere ha perso la bussola… (G.G.) – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/capitana-rackete-carola-eroina-del-mare.html

Integrazione di Bartolomeo Prinzivalli: “Omero era cieco e compensava la disabilità con una fervente fantasia, ma forse una scena del genere non avrebbe mai potuto immaginarla: lo scatto di Migliore che cinge in un abbraccio Orfini, segnato dall’esperienza traumatica appena vissuta, dopo il rocambolesco sbarco della Sea Watch nel porto di Lampedusa. Erano partiti in cinque i nostri eroi, timorosi ma determinati, pronti a sfidare il destino sul ponte di una nave, all’addiaccio, per vivere un’avventura al cui confronto Ulisse sarebbe sembrato uno scappato di casa.” – Continua in calce al link soprastante

Inquinamento acustico e musicale – Solitamente l’immagine che si ha del rumore è legata alle attività lavorative, si pensa ad un martellar di lamiere, colpi d’ascia, motori che sibilano, traffico, ululati di sirene…. Solo a pensarci ci si sente infastiditi sia nell’olfatto che nell’udito! Ma è soprattutto il “rumore da divertimento” che è irritante e dannoso anche se viene considerato fonte di delizia e di esaltazione. Mi riferisco ovviamente ai decibel delle tiritere strombazzate dalle auto in corsa, fuoriuscenti dalle porte di localacci ambigui, dalle finestre delle case con televisioni accesi giorno e notte, dagli stereo dei venditori ambulanti, dalle cadenze hard rock di discoteche e club privati, e persino all’interno delle aree protette, etc. – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/06/linquinamento-acustico-e-musicale-mette.html?showComment=1561885623183#c8298173974455084466

Mio commentino: “Risorgi Marche? Anche nell’estate 2019 si prevede lo svolgimento della tortura sonora spacciata come incentivo all’economia locale. A proposito del calpestio massiccio dei suoli verdi e dell’inquinamento acustico causato da mega concerti nei parchi regionali, con la scusa del “coraggio di esistere”, riporto alcuni dati sull’inquinamento acustico. Inquinamento non solo nocivo agli umani ma soprattutto agli animali selvatici che non possono nemmeno protestare né rifugiarsi “altrove”. Ciò vale anche per la “musica a palla” sbrodolata sulle orecchie innocenti di tutti gli abitanti delle città e paesi marchigiani, Treia compresa, durante le sagre paesane… Per godere della musica è sufficiente l’ascolto dal vivo, senza megafoni elettronici, e senza ammassi di migliaia di persone ammucchiate e distratte…”

Il rumore che uccide – Non c’è dubbio che ormai, specialmente in ambiente urbano, il rumore sia diventato il sottofondo in cui quotidianamente siamo immersi. Le sue caratteristiche peculiari, il contesto in cui lo sperimentiamo e il livello sonoro specifico contribuiscono diversamente alla percezione del disturbo associato…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2015/10/inquinamento-acustico-il-rumore-che.html

D’Annunzio sì, D’Annunzio no – Scrive Roberto Tumbarello: “ C’è chi vuole la statua di D’Annunzio a Trieste per il centenario dell’impresa di Fiume e chi, invece, vi si oppone. È la logica di una fortunata ignoranza da una parte e dall’altra. Gli antifascisti di oggi sono troppo giovani per sapere che allora era impossibile contrastare il regime. E quelli a favore, che cosa significhi vivere sotto una dittatura. Un poeta non è un eroe e non si giudica dalle idee che – non sempre liberamente – professa, ma dal patrimonio culturale che lascia all’umanità. L’arte appartiene alla storia, non alla politica di cui ognuno di noi ritiene di potersi impossessare….”

Erbe, oligo-elementi, vitamine e qualità delle piante – Negli ultimi decenni con l’impoverimento dei terreni e delle colture trattati con fertilizzanti chimici, insetticidi, fungicidi ecc, i prodotti vegetali risultano enormemente impoveriti dei loro componenti nutrizionali. La cottura degli alimenti poi contribuisce ulteriormente alla perdita di vitamine e minerali. La soluzione migliore è quella di ricorrere alle erbe spontanee raccolte in luoghi inaccessibili… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/06/qualita-delle-piante-bioregionali-forma.html

A Facebook ci vuole la “libra” – Scrive R.T. a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/06/28/liberta-di-emissione-monetaria-per-tutti-meno-che-per-lo-stato/ -: “E bravo Zuckerberg! Dopo avere dato visibilità all’ignoranza e alla cattiveria, adesso va in soccorso dei disonesti. La nuova moneta non sarà un vantaggio per le persone perbene che, invece, saranno le prossime vittime. Sarà un’altra fonte di guadagno per…” – Continua in calce al link segnalato

Gli USA spingono i popoli europei alla guerra fratricida – “Un’architettura mortale il cui asse centrale si chiama NATO. Ma con la fine della Guerra Fredda, la NATO dovrebbe logicamente essere stata dissolta come lo è stato il Patto di Varsavia. Al contrario, gli Stati Uniti hanno accelerato, come non mai, l’allargamento europeo di questa organizzazione controllandone assolutamente tutte le strutture e le missioni. Al punto che la NATO ha inserito 22 dei 28 paesi membri dell’Unione Europea, ed ha sostituito de facto il progetto di difesa comune europeo in una funzione di presidio strategico dell’impero degli Stati Uniti sul vecchio continente…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2016/06/svegliatevi-gli-usa-stanno-spingendo.html

Venezia. Sit.in ambientalista – Scrive Gianluigi Salvador: “Il 28 giugno 2019, dalle ore 11.00 alle ore 12.00, si è svolto a Venezia un SITIN davanti a Palazzo Zorzi, sede del “Regional Bureau for Science and Culture in Europe UNESCO”. Il SITIN ha visto la presenza di una ventina di persone che subiscono i disagi e i rischi causati dalla monocoltura industriale viticola. Obiettivo finale del SITIN era quello di consegnare una lettera per il Direttore del World Heritage Center UNESCO”

Preghiera sincretica universale – Ricordo una divertente storiella zen in cui si narra di un contadino che chiamò un prete per svolgere una cerimonia di benedizioni alla sua famiglia. Il monaco stava per  iniziare il rito quando l’uomo gli chiese se ne avrebbe avuto beneficio anche la sua consorte che era deceduta qualche tempo prima… “Certamente –assicurò il prete- tutti gli esseri senzienti vivi o morti ne trarranno beneficio” – “Tutti .. proprio tutti?” Indagò ancora il contadino… – Continua:https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/12/preghiera-sincretica-ed-universale.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Il vero Maestro non rende mai dipendenti i suoi seguaci e i suoi discepoli; li aiuta a essere indipendenti, a essere liberi. Non dà mai loro uno specifico schema di vita; si limita a dare loro degli spunti su come conseguire direttamente, in prima persona, la luce. Li aiuta a essere se stessi, non impone mai la sua personalità ai suoi discepoli…” (Osho)

…………..

“Ecco luglio, biondo di stoppie, di calanchi riarsi, di cicale sonanti. Azzurro di giorni infiniti, di fiori del mattino, di rondoni ultimi zighi” (Cesare Manzini)




permalink | inviato da retebioregionale il 1/7/2019 alle 6:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     giugno   <<  1 | 2  >>